HOME | NOVITÀ | MERCATINO dell'USATO | NEWSLETTER | REGISTRATI | AREA CLIENTI

GARANZIE > GARANZIE GENERALI



Viene fornita la garanzia alle condizioni previste per legge.
Per fruire dell'assistenza in garanzia il Cliente dovrà conservare la fattura d'acquisto.
La garanzia non potrà essere riconosciuta in caso di abrasione, cancellazione o eliminazione dell'etichetta identificativa apposta sul prodotto.
Ai sensi dell'art. 60 del D.lgs. 206/2005 (codice del consumo), per il caso di cliente/consumatore, viene qui espressamente richiamata la disciplina contenuta nella parte terza, Titolo III, Capo I, Sez. II del medesimo D.lgs 206/2005 (art. 50 - 61).
I tempi di sostituzione o eventuale riparazione del prodotto dipendono esclusivamente dalle politiche del produttore. Al di fuori di tali casi E-Tronic Srl potrà procedere a propria discrezione alla riparazione, alla restituzione dell'intero importo pagato oppure alla sua sostituzione con un prodotto di caratteristiche pari o superiori. E-Tronic si riserva il diritto di richiedere al Cliente le spese sostenute per verifica, ripristino e spedizione richieste anche dai Centri di Assistenza, qualora il difetto lamentato non possa ritenersi coperto da garanzia. Nessun danno può essere richiesto a E-Tronic Srl per eventuali ritardi nell'effettuazione di riparazioni o sostituzioni.

Si richiama altresì la disciplina contenuta nella parte quarta, Titolo II del medesimo D.lgs 206/2005 (artt. 114 e ss. Codice del consumo) ed in particolare:
  • *Responsabilità per danno da prodotti difettosi (artt. 114 e ss.) segnalando che il Fornitore è responsabile del danno cagionato da difetti del bene venduto qualora ometta di comunicare al Danneggiato, entro il termine di 3 mesi dalla richiesta, l'identità e il domicilio del produttore o della persona che gli ha fornito il bene. La suddetta richiesta, da parte del danneggiato, deve essere fatta per iscritto e deve indicare il prodotto che ha cagionato il danno, il luogo e la data dell'acquisto; deve inoltre contenere l'offerta in visione del prodotto, se ancora esistente. Il Fornitore non potrà essere ritenuto responsabile delle conseguenze derivate da un prodotto difettoso se il difetto è dovuto alla conformità del prodotto, a una norma giuridica imperativa o a un provvedimento vincolante, ovvero se lo stato delle conoscenze scientifiche e tecniche, al momento in cui il produttore ha messo in circolazione il prodotto, non permetteva ancora di considerare il prodotto difettoso. Nessun risarcimento sarà dovuto qualora il danneggiato sia stato consapevole del difetto del prodotto e del pericolo che ne derivava e nondimeno vi si sia volontariamente esposto. In ogni caso il Danneggiato dovrà provare il difetto, il danno e la connessione causale tra difetto e danno. Il Danneggiato potrà chiedere il risarcimento dei danni cagionati dalla morte o da lesioni personali ovvero dalla distruzione o dal deterioramento di una cosa diversa dal prodotto difettoso, purchè di tipo normalmente destinato all'uso o consumo privato e così principalmente utilizzata dal Danneggiato. Il danno a cose di cui all'art. 123 del Codice del consumo sarà, tuttavia, risarcibile solo nella misura che ecceda la somma di euro trecentottantasette (€ 387).

Si richiama altresì la disciplina contenuta nella parte quarta, Titolo III, Capo I, del medesimo D.lgs 206/2005 (artt. 128 e ss. Codice del consumo) ed in particolare:
  • *Garanzie legali di conformità e garanzie commerciali per i beni di consumo (artt. 128 e ss.) segnalando che il Fornitore risponde per ogni eventuale difetto di conformità che si manifesti entro il termine di 2 anni dalla consegna del bene. Ai fini del presente contratto si presume che i beni di consumo siano conformi al contratto se, ove pertinenti, coesistono le seguenti circostanze: a) sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo; b) sono conformi alla descrizione fatta dal Venditore e possiedono le qualità del bene che il Venditore ha presentato al Consumatore come campione o modello; c) presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il Consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal Venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull'etichettatura; d) sono altresì idonei all'uso particolare voluto dal Consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del Venditore al momento della conclusione del contratto e che il Venditore abbia accettato anche per fatti concludenti. L'Acquirente decade da ogni diritto qualora non denunci al Venditore il difetto di conformità entro il termine di 2 mesi dalla data in cui il difetto è stato scoperto. La denuncia non è necessaria se il Venditore ha riconosciuto l'esistenza del difetto o lo ha occultato. In ogni caso, salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro 6 mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità. In caso di difetto di conformità, l'Acquirente potrà chiedere, alternativamente e senza spese, alle condizioni di seguito indicate, la riparazione o la sostituzione del bene acquistato, una riduzione del prezzo di acquisto o la risoluzione del presente contratto, a meno che la richiesta non risulti oggettivamente impossibile da soddisfare ovvero risulti per il Fornitore eccessivamente onerosa ai sensi dell'art. 130, comma 4, del Codice del consumo. La richiesta dovrà essere fatta pervenire in forma scritta, a mezzo raccomandata A.R., al Fornitore, il quale indicherà la propria disponibilità a dar corso alla richiesta, ovvero le ragioni che gli impediscono di farlo, entro 7 giorni lavorativi dal ricevimento. Nella stessa comunicazione, ove il Fornitore abbia accettato la richiesta dell'Acquirente, dovrà indicare le modalità di spedizione o restituzione del bene nonchè il termine previsto per la restituzione o la sostituzione del bene difettoso. Qualora la riparazione e la sostituzione siano impossibili o eccessivamente onerose, o il Fornitore non abbia provveduto alla riparazione o alla sostituzione del bene entro il termine di cui al punto precedente o, infine, la sostituzione o la riparazione precedentemente effettuate abbiano arrecato notevoli inconvenienti all'Acquirente, questi potrà chiedere, a sua scelta, una congrua riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto. L'Acquirente dovrà in tal caso far pervenire la propria richiesta al Fornitore, il quale indicherà la propria disponibilità a dar corso alla stessa, ovvero le ragioni che gli impediscono di farlo, entro 7 giorni lavorativi dal ricevimento. Nella stessa comunicazione, ove il Fornitore abbia accettato la richiesta dell'Acquirente, dovrà indicare la riduzione del prezzo proposta ovvero le modalità di restituzione del bene difettoso. Sarà in tali casi onere dell'Acquirente indicare le modalità per il riaccredito delle somme precedentemente pagate al Fornitore.

 

SOUND MOBILE

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter Iscriviti alla nostra newsletter

e-Tronic Srl

  • chi siamo
  • contatti
  • Condizioni

  • condizioni di vendita
  • modalità di pagamento
  • informativa privacy
  • obblighi dell'acquirente
  • Garanzie

  • garanzie generali
  • applicazione garanzie
  • diritto di recesso
  • Spedizioni

  • tariffe
  • tempi di consegna
  • tracciabilità
  • reclami
  • Servizio Clienti

  • assistenza